L’inserimento in collana delle opere della serie “Monografie” sarà obbligatoriamente preceduto da una lettura delle stesse da parte di due referees esterni al Comitato di direzione del CRISPEL. Altrettanto potrà essere stabilito dal medesimo Comitato con riguardo alle opere sia della serie “Collettanee” sia della serie “Studi e Ricerche” ed, in tal caso, il Volume recherà indicazione dell’avvenuta sottoposizione alla duplice valutazione esterna.

La valutazione esterna viene svolta da due referees professori ordinari, anche a riposo, in discipline giuspubblicistiche. La Direzione della Sezione propone a due professori la lettura dell’opera in forma anonima, corredata di un indice e di un absract, redatti anche in lingua inglese.

Il Direttore scientifico provvede ad inviare l’opera ai due referees, avendo cura di eliminare i nomi degli autori e i possibili riferimenti agli stessi, anche per mezzo di autocitazioni.

Il giudizio che i due lettori formulano sul volume e gli eventuali suggerimenti vengono trasmessi, sempre in forma anonima, all’autore o ai curatori. Si adotta pertanto il sistema del “doppio cieco” (double-blind), in quanto il referee non conosce il nome degli autori dell’opera che esamina e neppure gli autori conoscono (né conosceranno mai) il nome dei referees che hanno valutato il loro lavoro.

Trascorso un triennio dall’istituzione della Collana, qualora sia stato pubblicato un numero congruo di lavori, sarà reso pubblico l’elenco dei nominativi dei referees che avranno valutato sino ad allora le opere.

I referees dovranno esprimere un giudizio sull’opera, secondo quanto indicato nell’apposita scheda.

Il referee esprime la propria valutazione con punteggio da 6 a 10 per i volumi pubblicabili, e la valutazione di non sufficienza ove l’opera non sia ritenuta adatta alla pubblicazione nella Collana, tenuto anche conto dei criteri di massima di seguito indicati. Le opere “Collettanee” dovranno essere valutate nella loro globalità seguendo i medesimi criteri ed il giudizio dovrà rivolgersi al volume nella sua interezza, mentre eventuali suggerimenti dovranno indicare il titolo del saggio cui sono riferiti, onde consentire ai curatori dell’opera di inoltrarli al relativo autore.

 

CRITERI DI VALUTAZIONE:

  1. Originalità del testo (l’opera offre un’originale riflessione teorica, una revisione critica della letteratura in un determinato settore, un contributo innovativo alla conoscenza della materia …)
  2. Metodo di analisi utilizzato (coerenza e rigore nella ricostruzione del quadro esistente in materia, coerenza e rigore dell’analisi svolta, adeguatezza delle argomentazioni a sostegno della tesi proposta)
  3. Qualità e ampiezza delle fonti e dell’apparato bibliografico utilizzati
  4. Qualità redazionale del testo (qualità della forma, continuità nei passaggi logici e sintattici, chiarezza del testo, utilità e leggibilità delle tabelle)
  5. Importanza dell’argomento (nel dibattito scientifico attuale)

 

SCHEDE DI VALUTAZIONE (in pdf):